Andrea GarbarinoAndrea Garbarino è nato e vive a Milano, città dalla quale si assenta volentieri per soggiornare in una casa sul fiume in Valtellina, o su una piccola isola delle Sporadi, in Grecia.
Giornalista, ha lavorato per molte testate italiane (tra le quali «Repubblica», «Il Mondo» e «Panorama») e pubblicato i saggi I praticanti giornalisti. Indagine sociologica sulle nuove leve dell’informazione (Sansoni, 1980) e Sociologia del giornalismo. Professione, organizzazione e produzione di notizie (ERI, 1985).
Nel 1985 ha aperto il primo service editoriale italiano lavorando per numerosi periodici, fino a quando, qualche anno fa, ha deciso di dedicarsi alla narrativa.
Dopo il successo di Luz, romanzo picaresco su un complotto per uccidere Fidel Castro, uscito nel 2006 per Marco Tropea Editore, ha pubblicato nel 2010, sempre per Tropea, Gli appartati, raggiungendo ottimi riscontri della critica.
Del 2013 è il suo romanzo, I giorni in fila (La Linea), un appassionante noir ambientato fra la Liguria e la Francia del Sud, e del 2016 Le finestre sul confine (Endemunde), un’indagine mozzafiato nell’Italia del prossimo futuro.

Pubblicazioni:
I praticanti giornalisti. Indagine sociologica sulle nuove leve dell’informazione, Sansoni, 1980
Sociologia del giornalismo. Professione, organizzazione e produzione di notizie, ERI, 1985
Luz, Tropea, 2006
Gli appartati, Tropea, 2010
I giorni in fila, La Linea, 2013
Le finestre sul confine, Endemunde, 2016