Stefano BortolussiStefano Bortolussi è nato a Milano nel 1959, dove vive e lavora come traduttore di letteratura anglo-americana. Fra gli autori che ha tradotto: James Ellroy, John Irving, Bill Bryson, Richard Price, Joshua Ferris, Julie Orringer, Edward Bunker, Elliot Perlman, Stephen King, Cathleen Schine, John Connolly, Frederick Busch, James Lee Burke, Frederick Forsyth.
Il suo primo romanzo, Fuor d’acqua (peQuod, 2004) è stato pubblicato negli Stati Uniti dalla prestigiosa City Lights Books fondata da Ferlinghetti, nella collana “Italian Voices”. Con questa traduzione ha vinto il 23rd Northern California Book Award ed è arrivato in finale al PEN Center Literary Award.
Fuoritempo, il suo secondo romanzo, è stato edito da peQuod nel 2007.
È co-autore di due serie di libri per ragazzi (Le indagini di Dick Rabbit e Le avventure di Miss Marmot, Dami Editore/Giunti).
Sue poesie sono state pubblicate in volume (L’ombra del rimare, Forum/Quinta Generazione, 1982; Ipotesi di caldo, Book Editore, 2001; Califia, Jaca Book, 2014; I labili confini, Interno Poesia, 2016) e sulle riviste letterarie «CountDown», «VersoDove» e «Schema». Il suo poemetto Il moto ondoso del cercare è stato incluso nell’antologia Bona Vox, curata da Roberto Mussapi per l’editore Jaca Book (2010).
Ha firmato diversi lavori teatrali e ha tradotto testi di drammaturghi americani contemporanei, ha collaborato in qualità di critico cinematografico con diversi periodici specializzati e non e ha scritto sceneggiature per il cinema indipendente e la televisione.
A gennaio 2013 è uscito per Fanucci il romanzo per ragazzi Verso dove si va per questa strada.

Pubblicazioni:
L’ombra del rimare, Forum/Quinta Generazione, 1982
Ipotesi di caldo, Book, 2001
Fuor d’acqua, peQuod, 2004 (tradotto in USA da City Lights Books)
Fuoritempo, peQuod, 2007
Verso dove si va per questa strada, Fanucci, 2013
Califia, Jaca Book, 2014
I labili confini, Interno Poesia, 2016