E’ il Sillabario dell’amor crudele di Francesco Permunian ad aggiudicarsi la XXXIV edizione del Premio Letterario Giuseppe Dessì, sezione Narrativa.
I risultati della giuria, presieduta da Anna Dolfi, sono stati comunicati nella giornata del 28 settembre, nelle cui motivazione, a proposito del romanzo di Permunian, si legge: “Tanto ironico e confidenziale, quanto ossessivo e provocatorio, Sillabario dell’amor crudele svela uno scrittore coraggioso, appartato, poco incline alla mode letterarie, inconfondibile nella voce e nella fisionomia”.
In compagnia dell’autore veneto vi sono gli altri due premiati di questa edizione: Patrizia Valduga, nella sezione Poesia; Claudio Magris, a cui va il premio speciale della giuria; Lina Bolzoni e Tullio Pericoli, che ricevono il Premio speciale della Fondazione di Sardegna.
Un prestigioso e meritato riconoscimento per il Sillabario pubblicato da Chiarelettere, che si trova anche tra i finalisti del Premio Sila ’49.

Agenzia letteraria e service editoriale