Emilio MarreseClasse 1967, nato a Napoli e cresciuto a Bologna, ha vissuto a Roma dal 2002 al 2015. Giornalista di «Repubblica», testata per la quale lavora dal 1987, collabora con «l’Espresso» e con Radio Capital (dove cura rubriche e trasmissioni di satira da vari anni).
Nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo Rosa di fuoco (Pendragon) che ha vinto il Premio Coni per la narrativa e nel 2011 è stato tradotto e pubblicato da Ediciones B in Spagna, Cile, Messico e Uruguay.
A dicembre 2012 è uscito il racconto ucronico a tema sportivo Il terzo scudetto. Una Fortitudo da favola (Pendragon).
A febbraio 2015 va in libreria per Piemme il suo nuovo romanzo, Il buio ha paura dei bambini.
È anche autore di quattro docufilm: Via Volonté n. 9 (Fandango, 2010), vincitore del Rome Independent Film Festival, Il Cielo Capovolto (Cineteca di Bologna, 2014), La Linea Gialla («la Repubblica», 2015) e Mi chiamo Renato («la Repubblica», 2016).

Pubblicazioni:
Zola. Il ragazzo che faceva sorridere il pallone, Limina, 2003
Rosa di fuoco, Pendragon, 2010 (tradotto in Spagna, Cile, Messico, Uruguay)
Il terzo scudetto. Una Fortitudo da favola, Pendragon, 2012
Il buio ha paura dei bambini, Piemme, 2015