Bruno Contigiani, milanese, vive sulle colline del piacentino assieme a un gruppo di amici con i quali ha fondato L’Arte del Vivere con Lentezza. Laureato in Bocconi, è stato allenatore di nuoto, per poi diventare professore di matematica applicata, esperto di nuove tecnologie, direttore della rivista «Compuscuola», con rubriche su «La Stampa» e «il Sole 24ore». Il cambiamento è iscritto nel suo DNA, così è stato capo ufficio stampa di IBM Italia, di Telecom Italia Corporate e di Progetto Italia, correva come un pazzo e grazie al fortunato incontro con uno scoglio ha avuto l’occasione di iniziare una seconda vita.
Con Vivere con lentezza ha messo in piedi un intervento negli slum di Jaipur cercando di dare un futuro diverso a ragazze e ragazzi attraverso lo studio. Nelle carceri di Piacenza e Pavia dà vita a gruppi di lettura ad alta voce per avviare le persone detenute a una maggiore consapevolezza.
È ormai nota la Giornata della Lentezza, inventata quasi per gioco, e ha all’attivo quattro libri, tutti scritti assieme a Ella, Muna e Renato: Vivere con lentezza, Orme/Dalai editore; Chi va piano, Rizzoli; Lavorare con lentezza, Dalai editore; Vivere con lentezza. Dieci anni dopo, Papero editore. Tiene un blog su «Il Fatto Quotidiano», ha diretto Radio Milano Libera e collaborato a Radio Popolare.

Agenzia letteraria e service editoriale