Laguna di sangue

di DAVIDE BUSATO

Helvetia, 2016
Collana Rosso veneziano
brossura, 240 pagine
ISBN: 978-88-95215-60-0

Categoria:

Descrizione

Con l’annessione al Regno d’Italia nel 1866 e l’inizio dell’industrializzazione in Laguna, Venezia entra nell’età contemporanea. Anche se i nuovi sistemi di lavoro stanno lentamente cambiando la società, rimane inalterata la passione popolare per quanto rientra nella cronaca nera, in particolar modo verso delitti e fatti di sangue di vario genere. Presto l’avvocato Leopoldo Bizio Gradenigo e il patologo legale Vittorio Cavagnis, resi celebri dai quotidiani, avranno un seguito di ammiratori che attenderanno i loro fondamentali interventi con trepidazione. La curiosità morbosa verso criminali come lo “scannapreti” (Vianello Vianelli) e il “questurino” (Simone Rizzardi), è identica a quella che ai giorni nostri domina nei talk show show sensazionalistici e nei telegiornali. Ad alimentare tale curiosità contribuiscono i resoconti, spesso a tinte fosche, dei giornalisti della carta stampata che presenziano alle udienze in tribunale per i processi riguardanti assassini, uxoricidi e criminali.